Polizza legale

Polizza infortuni

Fondazione F.A.R.O. Onlus

R.C. Capo Famiglia – Polizza n. 158/2013/03/2158976

PREMESSA

La Cassa Mutua Polizia Municipale di Torino, che assume la qualifica di Contraente, stipula la presente polizza per conto di tutti i propri soci, regolarmente iscritti su apposito registro, tenuto dalla stessa.

CONDIZIONI NORMATIVE PARTICOLARI

(operanti ad integrazione e parziale deroga di quanto previsto dalle condizioni del mod. 5060/9 RCG)

1 . RISCHIO ASSICURATO

L’assicurazione comprende, entro il massimale indicato sul modulo di polizza, la responsabilità civile dell’Assicurato relativa a fatti verificatisi nell’ambito della sua vita privata e di relazione.

L’assicurazione comprende – a titolo esemplificativo e non esaustivo – la responsabilità civile dell’Assicurato per i danni:

A derivanti dalla conduzione dei locali, e relative pertinenze, in cui l’Assicurato dimora abitualmente o saltuariamente nonché dall’uso o proprietà degli apparecchi domestici (comprese antenne radiotelevisive) e dell’arredamento;

B derivanti dall’esecuzione:

  • di lavori di ordinaria manutenzione,
  • di lavori di straordinaria manutenzione, esclusivamente quando l’Assicurato ne sia il committente, dei locali, e relative pertinenze, adibiti ad abitazione dell’Assicurato purché, al momento del sinistro, essi non risultino locati a terzi o comunque abitati, a qualsiasi titolo, da terzi;

C derivanti da fatto del personale addetto, per conto dell’Assicurato, alla manutenzione di parchi, giardini, alberi e aree verdi di pertinenza del fabbricato. Sono esclusi i danni provocati in seguito

ad abbattimento di alberi ad alto fusto;

D derivanti dalla pratica di sport in qualità di dilettante;

E derivanti dall’esercizio di attività ricreative, di volontariato e altre attività non retribuite, esclusa comunque qualsiasi attività che comporti mansioni di tipo organizzativo;

F derivanti dalla proprietà e utilizzo di animali domestici.

Sono esclusi i danni provocati da cani a “rischio potenziale elevato” iscritti nel registro tenuto dai “Servizi Veterinari” ai sensi dell’art. 3 dell’ordinanza del 03 marzo 2009 emanata dal Ministero della Salute; tuttavia, qualora tale iscrizione intervenga durante la validità dell’assicurazione, la garanzia opera comunque sino alla prima scadenza anniversaria di polizza successiva all’iscrizione.

Questa garanzia opera con l’applicazione di una franchigia di € 150,00 limitatamente ai danni a cose provocati da cani. Tale franchigia non si applica qualora l’Assicurato dimostri che il cane è iscritto all’anagrafe canina;

G subiti, limitatamente al caso di morte o di lesioni personali, dagli addetti ai servizi domestici e dai collaboratori familiari in genere (escluso il personale addetto alla manutenzione di parchi, giardini, alberi e aree verdi) durante l’espletamento delle mansioni svolte a favore dei soggetti indicati ai punti 1 e 4 della voce “Soggetti assicurati”, comprese le somme che l’Assicurato sia tenuto a pagare ai sensi degli artt. 10 e 11 del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124 per rivalsa dell’INAIL e ai sensi dell’art. 14 della legge 12 giugno1984, n. 222 per le rivalse dell’INPS;

H derivanti dalla proprietà e uso di:

  • biciclette (e simili);
  • biciclette a pedalata assistita purché conformi a quanto indicato all’art. 50 del D.Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 “Nuovo codice della strada”;
  • carrozzine elettriche per uso di invalidi purché non rientranti nella definizione di veicolo in base a quanto indicato all’art. 46 del D.Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 “Nuovo codice della strada”;
  • barche senza motore;
  • giocattoli anche a motore;

I derivanti dalla proprietà e uso legittimo di armi;

J derivanti da inquinamento, con il limite di risarcimento di € 50.000 per sinistro e per anno assicurativo;

K provocati dall’Assicurato in qualità di trasportato su autoveicolo, esclusi i danni al veicolo, al guidatore e ai trasportati;

L derivanti dalla proprietà e uso, esclusivamente in aree private, di tende, roulotte, camper, autocaravan, carrelli trainabili e relative attrezzature;

M causati da incendio, esplosione o scoppio di cose di proprietà dell’Assicurato o da lui detenute:

1 a cose di terzi che l’Assicurato abbia in consegna e custodia nei locali di villeggiatura non di sua proprietà (compresi i danni subiti dai locali stessi); ai fini della presente garanzia per locali di villeggiatura si intendono quelli occupati temporaneamente per motivi non legati ad attività professionali o comunque retribuite;

2 a locali di terzi nei quali siano ricoverati i seguenti beni di proprietà dell’Assicurato: ciclomotori, motocicli, barche, tende, roulotte, camper, autocaravan, carrelli trainabili e relative attrezzature;

3 in tutti gli altri casi (danni a cose di terzi diverse da quelle indicate ai punti 1 e 2 che precedono) la garanzia opera con il limite di risarcimento per sinistro pari al 30% del massimale indicato sul modulo di polizza;

N causati da un animale domestico di proprietà dei soggetti di cui al punto 2 “Soggetti assicurati” che sia temporaneamente affidato (a titolo gratuito) ad una persona diversa dai soggetti sopraindicati.

L’assicurazione comprende la responsabilità civile di tale persona limitatamente:

  • a fatti relativi al possesso e alla custodia dell’animale domestico;
  • al periodo dell’affidamento a titolo gratuito dell’animale domestico.

Sono esclusi i danni provocati da cani a “rischio potenziale elevato” iscritti nel registro tenuto dai Servizi veterinari ai sensi dell’art. 3 dell’ordinanza del 03 marzo 2009 emanata dal Ministero della Salute; tuttavia, qualora tale iscrizione intervenga durante la validità dell’assicurazione, la garanzia opera comunque sino alla prima scadenza anniversaria di polizza successiva all’iscrizione.

La persona che ha in affido l’animale domestico assume temporaneamente la qualifica di Assicurato. Questa garanzia opera con l’applicazione di una franchigia di € 150,00 limitatamente ai danni a cose provati da cani. Tale franchigia non si applica qualora l’Assicurato dimostri che il cane è iscritto all’anagrafe canina.

  1. SOGGETTI ASSICURATI

Le garanzie sono prestate a favore:

1 del Contraente e del suo nucleo familiare;

2 dei figli minorenni del Contraente, non facenti parte del nucleo familiare in quanto affidati al coniuge a seguito di separazione legale o divorzio;

3 dei figli naturali minorenni non facenti parte del nucleo familiare purché, al momento del sinistro, ufficialmente riconosciuti a sensi di legge dal Contraente;

4 dei minori in affidamento familiare, a sensi di legge, limitatamente al periodo dell’affidamento;

5 dei figli del Contraente (purché di età non superiore a 26 anni) non facenti parte del nucleo familiare poiché residenti altrove per motivi di studio;

6 dei figli del Contraente (purché di età non superiore a 26 anni) non facenti parte del nucleo familiare poiché residenti presso il coniuge dopo una separazione legale o un divorzio.

La garanzia è estesa alla responsabilità civile degli addetti ai servizi domestici e dei collaboratori familiari in genere, limitatamente ai fatti accaduti nell’espletamento delle mansioni svolte a favore dei soggetti indicati ai precedenti 1 e 4 del presente paragrafo.

  1. ESCLUSIONI

L’assicurazione di cui alla presente sezione non comprende la responsabilità per danni:

1 derivanti dall’attività professionale, o da altre attività retribuite, svolte dall’Assicurato;

2 conseguenti a perdita, distruzione e deterioramento di cose che l’Assicurato abbia in consegna o custodia o detenga a qualsiasi titolo o destinazione, salvo quanto previsto all’art. 1 punti M.1 e M.2.

Sono considerate cose in consegna o custodia anche i beni mobili e immobili detenuti in locazione;

3 inerenti l’esercizio della caccia e il relativo utilizzo di cani;

4 provocati da animali diversi da animali domestici;

5 derivanti dalla proprietà di beni immobili.

  1. PERSONE NON CONSIDERATE TERZI

A parziale deroga di quanto previsto all’art. 1 Mod. 5060/9, non sono considerati terzi:

A le persone la cui responsabilità è coperta dall’assicurazione;

B il coniuge, il convivente di fatto, i genitori, i figli dell’Assicurato e, se convivente, ogni altro parente dell’Assicurato.

I figli e i genitori dell’Assicurato:

– purché con lui non conviventi

– sono invece considerati terzi in caso di sinistro dovuto a spargimenti di acqua conseguenti a rottura accidentale o ad occlusione degli impianti idrici, igienici, di riscaldamento, di condizionamento, antincendio e tecnici al servizio del fabbricato;

C i minori in affidamento familiare di cui al punto 2.4 “Soggetti assicurati”.

Il Direttivo della Cassa mutua


Il Presidente della Cassa Mutua
Diego Pontonio
 Il Tesoriere
Donato Cicchese

Circoscrizione 8° – Via Saluzzo 26
Tel. 011-4436864
       011-4436865
 Il Segretario
Fabio Gaudiano

Aliquota PG
presso Procura
Tel. 334-3201870
 Il Revisore dei conti
Roberto Monaco

Circoscrizione 9° – Via G. Bruno 148
Tel. 011-4430938

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi